RE LEAR

SALA MORETTI - dal 28 ottobre al 6 novembre 2016
dal venerdì al sabato ore 21.30 - domenica ore 18.30
[lo spettacolo non va in scena nei giorni di marteedì e mercoledì]
durata_ 120 minuti

acquista_ora.png

Atmosferica balcanica da implosione di frontiere. Lear, stanco Re zingaro, divide il suo Regno fra due figlie adulatrici. Come in un concorso di bellezza, le incorona Miss delle nuove Regioni divise ripudiando la terza, la più amata, che rifiuta le false lusinghe delle sorelle. È l'inizio della fine! Mentre esplodono ritmate fanfare Gipsy, Lear, più pazzo del suo Pazzo, perde la rosa dei venti del suo nomade debordante carrozzone.

di William Shakespeare
traduzione Alessandro Serpieri
adattamento e regia Stefano Sabelli

con Stefano Sabelli e con Marco Caldoro, Fabrizio Russo, Eva Sabelli, Bianca Mastromonaco, Michela Ronci, Piero Grant, Gianluca Vicari, Lorenzo Massa, Simone Bobini, Danilo Capezzani, Michele Manocchio.
musiche dal vivo Fanfara balcanica di Riserva MOAC

scene Michelangelo Tomaro
costumi Martina Eschini e Marisa Vecchiarelli
produzione Teatro del Loto

www.teatrodelloto.it 

SINOSSI 

Atmosferica balcanica da implosione di frontiere. Lear, stanco Re zingaro, divide il suo Regno fra due figlie adulatrici. Come in un concorso di bellezza, le incorona Miss delle nuove Regioni divise ripudiando la terza, la più amata, che rifiuta le false lusinghe delle sorelle. È l'inizio della fine! Mentre esplodono ritmate fanfare Gipsy, Lear, più pazzo del suo Pazzo, perde la rosa dei venti del suo nomade debordante carrozzone.

BIOGRAFIA

Fondatore e direttore artistico del Teatro del LOTO e della sua compagnia, dopo il diploma presso la "Silvio D'Amico" e studi al "Lee Strasberg Theatre Institute" di L.A. oltre alla carriera fra Teatro, Cinema, e TV, collabora con molte personalità di Cultura e Spettacolo, italiane e internazionali, alternando l'attività artistica a quella di manager culturale, capace di realizzare produzioni, rassegne, mostre ed eventi originali e di successo.

NOTE DI REGIA

A quattrocento anni dalla morte del Bardo, in un'atmosfera balcanica da frantumazione di frontiere, Re Lear, dopo Saul, compone il secondo capitolo del focus che la Compagnia del LOTO dedica alla decomposizione della Famiglia, alla Follia senile e alla caducità di Re e Regni. Lear, stanco Re zingaro, divide il suo Regno e i suoi tesori fra due figlie adulatrici, e, come in un concorso di bellezza, le incorona Miss delle nuove Regioni divise. Ripudia però la terza, quella più amata, che rifiuta di adoprarsi nelle false lusinghe delle sorelle. È l'inizio della fine! Tutto si decompone mentre esplodono ritmate fanfare Gipsy che annunciano l'implosione del Regno. Edmund lancia le sue calunnie, che lo rendono seducente all'avida lussuria di Gonneril e Regan, che se ne litigano le attenzioni... Lear, più pazzo del suo Pazzo, non trova più luogo per il suo nomade debordante carrozzone. Mentre barbarie e cecità travolgono tutto, il Grecale annuncia una tempesta che scardina le menti e il nomadismo del vecchio Re perde la sua Rosa dei venti.