febbraiomarzo

FUTURA UMANITÀ

SALA MORETTI - dal 28 febbraio al 2 marzo 2017
da martedì a giovedì ore 21.30
durata_ 70 minuti

acquista_ora.png

Futura Umanità ha come sfondo una grande azienda in cui un dirigente, Vladimir, ed un autista, Lev, reclutano personale per un progetto parallelo, un progetto, appunto, rivoluzionario: approfittando della menzogna che pervade tutto il sistema-mondo, creano una rete di persone che si proteggono a vicenda e che possono smettere di occuparsi del proprio lavoro, dei propri obblighi, per curare sé stesse, per dedicarsi alla propria Passione.

A PORTE CHIUSE

SALA MORETTI - dal 28 febbraio al 5 marzo 2017
da martedì al sabato ore 21.30domenica ore 18.30
durata_ 95 minuti

acquista_ora.png

Quanto il teatro respira a ritmo di tango...

"L'inferno sono gli altri"
Due donne e un uomo, Ines, Estella e Garcin vengono spediti all'inferno: una stanza con una sola porta, chiusa, e all'interno tre sedie. Qui i personaggi s'incontrano e scontrano per la prima volta. Hanno storie diverse ma in comune la ragione per cui sono lì a condividere quel vuoto. Immaginavano l'inferno come un luogo di torture fisiche e in assenza di queste si credono per un attimo salvi. Ma la sofferenza non si fa attendere e presto si accorgono di quanto sia feroce l'espiazione. Inizia una lenta e crudele presa di coscienza della propria colpa e il dramma personale di ciascuno viene allo scoperto. Ecco il vero inferno! E' tutto nella loro mente, è un dolore eterno che si consuma nella loro psiche.

SCUSATE SE NON SIAMO MORTI IN MARE

SALA ORFEO - dal 3 al 5 marzo 2017
da giovedì al sabato ore 20.00domenica ore 17.00
durata_ 75 minuti

acquista_ora.png

I personaggi di questa storia sono quattro: Il Robusto, la Bella, l'Alto e il Morbido. Partendo dal presente e immaginando un possibile futuro, il testo s'interroga sulla migrazione, sia come fenomeno politico che come evento naturale. La crisi economica ha trasformato l'Europa in un continente di emigranti e fra i tanti mezzi per espatriare illegalmente c'è il container: i clandestini salgono a bordo senza sapere dove verranno scaricati.

REQUIM FOR PINOCCHIO
LA SCOPERTA DELL'ESISTENZA 

SALA MORETTI - dal 10 al 12 marzo 2017
venerdì e sabato ore 21.30domenica ore 18.30
durata_ 75 minuti

acquista_ora.png

C'era una volta un pezzo di legno. E dico "c'era" perché ora non c'è più.
...E così Pinocchio, da burattino divenne bambino. Qualcuno gridò: Che Peccato!

LA SIRENETTA 

SALA ORFEO - dal 23 al 26 marzo 2017
dal giovedì al sabato ore 20.00domenica ore 17.00
durata_ 65 minuti

acquista_ora.png

"La Sirenetta" parla di un'adolescente che per un gesto d'amore rinuncia alla sua stessa essenza (la sua coda) nel disperato tentativo di essere accettata e amata. Siamo partiti dalle lettere di ragazzi adolescenti che hanno deciso di togliersi la vita perché non si sentivano accettati per la propria sessualità, che hanno rinunciato alla loro voce per chissà quanto tempo. Una riflessione sull'amore, quello più difficile, verso sé stessi e il corpo che si abita. La celebre fiaba di Andersen, riletta come metafora dell'identità sessuale.

THE WASTE LAND 

SALA ORFEO - dal 30 marzo al 2 aprile 2017
dal giovedì al sabato ore 20.00domenica ore 17.00
durata_ 60 minuti

acquista_ora.png

Un esame ravvicinato di the waste land rivela la forma nascosta dell'opera, indica come ogni cosa si inserisca nel suo posto, e mostra come l'emozione, che in un primo momento sembrava nascere a dispetto della struttura e dei dettagli, non avrebbe potuto essere comunicata in altro modo. Poiché il tema non è un disgusto per la vita, né è una disillusione, un pessimismo romantico di qualsiasi genere. È specificamente basato sull'idea della Terra Desolata – che la terra era fertile e ora non lo è più, che la vita è stata ricca, bella, sicura, organizzata, sublime, e ora si trascina in un tedio brutto e disgregato e impoverito, dove non c'è salute né consolazione nella morale; altro non resta che le tracce infrante di ciò che fu.