slidePRANDI

Scritto apposta per me

di Aldo Nicolaj

Sala Moretti - dal 27 gennaio  al 1 febbraio 2015

dal martedi al sabato ore 21.30 - domenica ore 18.00 

 

con Giada Prandi

regia Massimo Di Michele

musiche originali Stefano Switala

disegno luci Luca Carnevale

assistente alla regia Prisca Rebagliati Liguori

costumi Giuseppe Testa 

scene Cristina Gardumi

produzione Aut-Out

 

SINOSSI

Scritto apposta per me offre in versione tragicomica un ritratto del mondo dello spettacolo, così come si presenta oggi con le manie e le pressioni che connotano le giornate di chi sceglie la professione artistica. Ironia e sarcasmo sono gli ingredienti del divertente monologo, intimo e commovente, che racconta le nevrosi, la solitudine e le difficoltà esistenziali di una donna, divisa tra il suo ruolo familiare di madre e moglie e quello professionale di attrice. Ma presenta anche la figura di una donna scissa tra la sua aspirazione e la quotidianità, in un amletica coesistenza della sua realizzazione e del suo ruolo sociale, all’interno di un meccanismo malato di cui ne diventa complice e vittima al tempo stesso.

Tra casualità, fatalità, imprevisti, insicurezze, gioie, cadute e gelosie, la protagonista Giulia Sottana Corta, una giovane attrice alle prese con l'ennesimo provino “decisivo”, racconta l'inseguimento del tanto agognato successo artistico, che progressivamente la condurrà alla perdita del controllo sulla sua vita. Dopo il debutto del 2010 oggi lo spettacolo continua a mantenere la sua attualità nel dipingere un mondo professionale che risente ancor di più della crisi che stiamo attraversando. Il testo del giovane drammaturgo Aldo Nicolaj stupisce per la sua attualità, offrendo una visione cinica ed irriverente del mondo patinato del teatro e del cinema. 

Se anni fa la precarietà, l'incertezza, erano tipiche compagne dell'attore, oggi riguardano un po' tutti perché ognuno di noi può rispecchiarsi nella vicenda dell'attrice in attesa dell'ennesimo provino, in cerca di una parte scritta apposta per lei, nella quale possa perfettamente calarsi.

NOTE DI REGIA

“Scritto apposta per me” è dunque uno spettacolo che racconta lo Spettacolo ed in cui il mestiere dell'attore diventa paradigma del contesto lavorativo attuale, dove incertezza e precarietà finiscono per avere pesanti ripercussioni sulla sfera personale di ognuno di noi. La protagonista Giulia Sottana Corta è un'attrice che, in attesa del provino decisivo, assiste allo sgretolarsi progressivo del mondo che la circonda. L'inseguire ossessivo di quella parte perfetta, “scritta apposta per lei”, diventa metafora della ricerca della propria identità e collocazione, nonché un viaggio surreale all'interno di un mondo grottesco popolato da produttori senza scrupoli, registi infidi e attrici raccomandate.

Press

Comunicati